News

Pubblicato il 29.04.2022

Alluminio e sostenibilità, Italia sul podio per recupero del ‘metallo del futuro’

L’alluminio conferma il proprio ruolo di ‘metallo del futuro’, essenziale per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e sostenibilità del comparto industriale italiano: il nostro sistema produttivo è infatti all’avanguardia nel riciclo dell’alluminio, con una capacità di recupero e riutilizzo del 70% del metallo nelle sue diverse applicazioni.

Un dato che supera la media europea, che si attesta al 60%, ponendo l’Italia tra i Paesi più virtuosi per riciclo di alluminio, al terzo posto al mondo insieme alla Germania e dopo Stati Uniti e Giappone. Un virtuoso risultato conseguito dalla filiera italiana dell’alluminio nonostante le difficoltà dovute al caro energia, alla scarsità produttiva dell’alluminio primario in UE e ai problemi di accesso e di approvvigionamento della materia prima.

l ‘metallo del futuro’, così definito per la sua flessibilità tecnologica e la capacità appunto di essere riutilizzato all’infinito, sarà al centro della nuova edizione di Metef, expo internazionale per l’industria dell’alluminio, della fonderia e pressocolata, delle trasformazioni, lavorazioni, finiture e usi finali, che si terrà in BolognaFiere dal 9 all’11 giugno 2022 e in contemporanea a Mecspe.